Arianna Tomatis

Il Giardino Roccioso

giardino-roccioso-2

 

Cos’è un Giardino Roccioso?

Il Giardino Roccioso è una rappresentazione, in piccolo, di un paesaggio alpino. Richiama in tutti gli elementi le ambientazioni di montagna e, quando possibile per il clima e la temperatura, vengono utilizzate le stesse piante presenti ad alta quota. Spesso non è possibile utilizzare solo specie alpine perché non resisterebbero al caldo della collina o della pianura, ma queste possono essere associate a varietà tipiche delle altitudini più basse. Se invece il giardino roccioso si trovasse in aree più fredde e montagnose, allora sicuramente il numero di piante alpine da utilizzare, aumenterebbe.

Passeggiando all’interno di un Giardino Roccioso dovremmo avere la sensazione di trovarci in un altro posto. Nel tempo, però, le cose sono cambiate. Oggigiorno i giardini rocciosi non rappresentano più fedelmente i paesaggi alpini ma vengono personalizzati dai singoli in base ai gusti. È sempre importante, comunque, creare un paesaggio decisamente naturale e, possibilmente, simile ad un contesto di montagna.

 

Caratteristiche del Giardino Roccioso

1. Pietre e Rocce
Le migliori pietre per realizzare un giardino roccioso sono: calcare, arenaria, granito e roccia di lava. La loro collocazione, come quella delle piante, è essenziale per creare un luogo bucolico in cui godersi i momenti di relax. In aggiunta al fattore estetico, i massi sono elementi strutturali che permettono di creare terrazzamenti o scarpate. Le loro dimensioni e colori cambiano in base al materiale che si sceglie, e alla sua origine. Le rocce devono essere di dimensioni differenti in modo da creare un’ambientazione il più naturale possibile: le più grandi servono per evitare erosioni, creare terrazzamenti, contenere i volumi di terra, generare movimento e dislivelli; il ghiano e i ciottoli sono utili per creare aree calpestabili o simulare le scarpate di ghiaia presenti in montagna. Per avere funzione strutturale i massi devono essere leggermente interrati nel suolo, non devono essere soltanto appoggiati.
Le linee e le forme, nel Giardino Roccioso, non devono essere dure e rigide, ma libere e sinuose, altrimenti andremmo a dare subito l’idea di un contesto artificiale, o comunque artificialmente creato dall’uomo con la razionalità, non naturale.

2. Terreno
Il terreno deve essere ben drenato, e avere la capacità di drenare, altrimenti si rischia di incorrere in marciumi radicali delle piante o attacchi fungini dovuti all’umidità. Essendo piante abituate a vivere in terreni scoscesi e ghiaiosi, quindi ben drenati, non tollererebbero ristagni d’acqua. Al tempo stesso, però, il drenaggio non deve essere eccessivo, altrimenti si rischierebbe di disperdere tutti i nutrienti necessari alla sopravvivenza delle piante.
Il substrato perfetto si può creare con un misto di terra, sabbia, torba e ghiaia, nelle giuste quantità, in equilibrio tra loro. Un simile terreno è perfetto per quasi tutte le piante che caratterizzano un giardino roccioso e, in generale, per gran parte delle varietà esistenti.

3. Scarpate
Le scarpate sono quasi l’elemento caratterizzante di un Giardino Roccioso; non potrebbe essere definito tale se non esistessero, poiché in montagna sono presenti ovunque. Per creare questo tipo di giardino, dunque, è necessario avere un’area in pendenza, possibilmente al sole e prevalentemente rocciosa, su cui le acque piovane scorrono rapidamente, in grado di simulare un pendio alpino.
Se non si ha una zona in pendenza all’interno del giardino, ma si vuole creare un giardino roccioso, bisogna creare il dislivello in modo artificiale, poiché non potrebbe esistere giardino roccioso senza scarpata, è un elemento caratterizzante e fondamentale.

4. Terrazzamenti
I terrazzamenti sono un altro aspetto caratteristico del Giardino Roccioso che può dare un tocco in più. In un piccolo giardino aiutano a creare tante piccole aree nelle quali è possibile coltivare diversi tipi di piante, in numero maggiore rispetto a quanto sarebbe possibile su una semplice scarpata o terreno piano. In un grande giardino, allo stesso modo, permettono di creare numerose aree su vari livelli che possono essere sfruttate per ospitare piante, per creare aree relax, zone d’acqua, o qualsiasi cosa si possa desiderare all’interno del proprio Giardino Roccioso. Il dislivello permetterebbe anche di creare piccole cascate o movimenti d’acqua.
I terrazzamenti, inoltre, permettono di dare origine ad uno spazio visivamente molto movimentato e dinamico, quindi ornamentale, non statico come potrebbe essere una scarpata o un terreno piano.

5. Pietraie
Le pietraie o le grandi aree ricoperte da ghiaia visibili in montagna possono essere ricreate in piccola scala in alcune aree del nostro Giardino Roccioso. Questo ci aiuta anche a creare un buon drenaggio, fondamentale per le piante che andranno a comporre lo spazio verde. Su queste pietraie, qua e là, possiamo inserire varietà tappezzanti adatte a questo tipo ti terreno che, grazie al loro portamento e alle loro caratteristiche, andranno a coprire gran parte del suolo.

6. Esposizione
L’esposizione ideale per un Giardino Roccioso è Sud / Sud-Ovest, in modo che le piante possano beneficiare del sole per gran parte del giorno, e il sole più caldo. L’esposizione verso Nord è un po’ più difficoltosa e limita la scelta delle piante, però è ugualmente attuabile senza alcun tipo di problema.

7. Piante
Le piante che caratterizzano il Giardino Roccioso sono decisamente rustiche e resistenti a condizioni estreme (freddo, caldo, siccità, venti,ecc.). questo risulta chiaro se pensiamo alle condizioni in cui sono abituate a vivere in montagna: inverni gelidi, estati calde e siccitose, suoli poveri e molto drenati, pendenze, venti forti (gelidi o caldi).
Per comodità, le piante adatte ad un Giardino Roccioso vengono divise in due grandi gruppi: piante alpine e piante “rocciose”.
Piante Alpine: questo gruppo include le varietà generalmente tappezzanti, sempreverdi o decidue, quelle arbustive di piccole dimensioni con sviluppo orizzontale, i bulbi, i tuberi e gran parte delle specie da radice. Sono piante in grado di coprire rapidamente il suolo e si presentano sotto forma di grandi o piccoli cuscini. Sono molto rustiche, come accennato, resistenti a condizioni estreme e si adattano a qualsiasi tipo di terreno.
Piante “rocciose”: questo gruppo include alberi e arbusti di piccole dimensioni adattabili ad ogni tipo di Giardino Roccioso. Comprendono diverse categorie e famiglie: alberi, arbusti, erbacee perenni, graminacee. Anch’esse sono molto resistenti a condizioni estreme e si adattano alla maggior parte dei terreni.

Come progettare un Giardino Roccioso?

STIGMA

Festival International des Jardins de Chaumont-sur-Loire
Progettazione di un giardino nel Parco del Castello di Chaumont-sur-Loire, Valle della Loira, Francia.
Apri Chat
Ciao! 👋
Posso esserti d'aiuto?